Ci hanno rubato il calendario della nostra vita

Ci hanno rubato il calendario. Privato di un rifugio, di un appiglio. Di un banale, semplice, dolce, collegamento mentale. Di un riflesso incondizionato, che si aggrappa alle emozioni, alle lacrime, agli abbracci, ai baci, all'amore sfrenato. Per festeggiare, per consolarsi. Perché, anche, era giusto così.

Ci hanno rubato il calendario della nostra vita. Provare per credere. 1982. Sì, il primo riflesso incondizionato, il rifugio, il ricordo, non può essere che lui. 1982 è l'urlo...
la provenienza: Tutto Mercato Web