Cosa perdiamo con la Nazionale fuori dai Mondiali

Il primo ricordo che mi lega alla Nazionale di calcio risale al 1990. Avevo sette anni e i miei genitori gestivano lo Smile’s Pub, un pub grande molto conosciuto nel Triveneto. Papà è sempre stato all’avanguardia e nel locale aveva messo i maxischermi e uno dei primi jukebox con video. Era l’anno di Un’estate italiana cantata da Edoardo Bennato e Gianna Nannini. La mascotte di quei mondiali era “Ciao”, un omino con la testa fatta dal pallone e da un...
la provenienza: Il Fatto Quotidiano