“IL CINEMA È STUPIRE E CREARE”: MIRKO ALIVERNINI PRESENTA “NIKA – VITE DA STRADA”. PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UN FILM REALIZZATO INTERAMENTE TRAMITE SMARTHPHONE!

Dopo il successo del Montecatini International Short Film Festival in cui ha ricevuto l’ambito “Premio Innovazione Cinematografica”, Mirko Alivernini è pronto a presentare al pubblico il suo nuovo atteso progetto “Nika – vite da strada”.

“IL CINEMA È STUPIRE E CREARE”: MIRKO ALIVERNINI PRESENTA “NIKA – VITE DA STRADA”. PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UN FILM REALIZZATO INTERAMENTE TRAMITE SMARTHPHONE!

“Nika – vite da strada” è un’opera attuale e di profondo rilievo sociale. La violenza sulle donne, il bullismo e l’alcolismo sono temi presenti all’interno del film. È un lungometraggio in cui si trattano problematiche forti e dolorose ma in grado di produrre la forza necessaria per cambiare il proprio destino e salvarsi.

L’opera è stata girata interamente con uno smartphone; nello specifico i modelli P20 Pro e il P30 Pro della Huawei. Mirko Alivernini, da sempre innovatore, è, infatti, il primo regista italiano ad utilizzare nelle sue opere una tecnologia a doppia intelligenza artificiale.

Il pregio di questi modelli di smartphone è la qualità tecnica fornita. Dotati di una doppia intelligenza artificiale, possono contare su una ottimale registrazione audio, su tre fotocamere con le prestigiose ottiche della Leica e sulla possibilità di utilizzare uno stabilizzatore; tutto ciò rende le immagini prodotte pulite e nitide anche tenendo in mano il dispositivo correndo. Questo consente di abbattere i tempi di realizzazione di ogni singola scena e quindi i tempi di lavorazione dell’intero progetto.

Negli Stati Uniti molte produzioni cinematografiche stanno iniziando ad utilizzare questa nuova metodologia ma, in Italia, Mirko Alivernini e la sua casa di produzione, la Mainboard Production, con sede a Cinecittà, sono i primi in assoluto a lavorare in questo modo.

“Il mio intento è quello di far capire agli addetti ai lavori e al pubblico che si può fare un cinema di alta qualità non utilizzando necessariamente dei metodi tradizionali. Il cinema è stupire e creare. Questa per me è la regola” dichiara Mirko Alivernini.

L’alta qualità del suo cinema gli ha consentito di ampliare il progetto: il lungometraggio, infatti, nato originariamente per le piattaforme sarà proiettato anche nelle sale cinematografiche, grazie alle tante proposte giunte dagli addetti ai lavori.

“Nika – vite da strada” è la storia di una ragazza che vive ai margini di una borgata di periferia romana alle prese con pesanti problemi economici familiari causati da forti debiti accumulati dal padre. La protagonista conduce una vita basata su combattimenti clandestini per consentirle di vincere somme di denaro ma incombe anche la figura di un losco strozzino il quale pretende in poco tempo la restituzione di un prestito. La giovane decide di farsi allenare in una palestra da un ex campione di pugilato con l’intento e l’obiettivo di sfidare nel titolo mondiale della sua categoria la campionessa del mondo in carica. Tuttavia i regolamenti sono chiari e appare difficile che la Federazione possa accettare di far disputare un incontro ufficiale ad una atleta senza alcun titolo. Come risolvere il problema e come trovare la soluzione più idonea per i debiti familiari?

Nel cast Noemi Esposito, Giulio Dicorato, Stefania Della Rocca, Luigi Converso, Andrea Sasso e Vincent Papa.

 

Mirko Alivernini, classe 1980, è un attore, autore, regista e conduttore romano che fin da giovanissimo sviluppa un amore sviscerale per l’arte e il mondo dello spettacolo, facendo diventare la sua passione una professione. Inizia, infatti, la sua carriera in televisione, dove debutta nel 2004 a livello regionale e successivamente nazionale. Fonda, in seguito, una sua casa di Produzione insieme ad Alessio Purger, la Mainboard Production, con sede a Cinecittà.

Cura e crea molti format televisivi, per poi approdare ai film nel 2010 con “Storie di Borgata” in cui è autore e attore e per cui vince un prestigioso premio al Premio Euro Mediterraneo a Roma.

I suoi lavori riscuotono successo, conquistando il pubblico e la critica. La passione e il talento gli fanno ottenere importanti riconoscimenti. Nel 2016 la serie tv “Il Potere di Roma”, prodotta nel 2015, in cui è autore, regista e protagonista, viene premiata all’International Rome Web Festival come Miglior Idea Originale ed ottiene la qualificazione al Washington Web Festival, dove nella primavera nel 2017 ottiene un altro riconoscimento. La serie tv era l’unica produzione italiana a partecipare al concorso negli Stati Uniti.

Nel 2017 con il cortometraggio prodotto nel 2016 “L’Ultimo Pescatore”, per la regia di Gianluca Della Monica, in cui Mirko Alivernini è protagonista, ottiene il Premio Vincenzo Crocitti.

Il 2017 è l’anno in cui Mirko Alivernini accresce ulteriormente le sue produzioni dedicandosi come autore, regista e attore protagonista, al mondo del web system con il film “Il Ribelle”, uscito sulla piattaforma “Shout Distribution”. Seguirà “Il Ribelle 2 – Escape from the City” e il cortometraggio “Armageddon”.

“Nika – vite da strada” è il suo ultimo progetto di prossima uscita nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme smart tv e web.


2019-11-18 09:01
Ultime notizie a Le Ultime Notizie
Oggi 07:59 RUFUS PARTY, ARRIVA IL NUOVO ALBUM, PARADIGM (VOLUME 1)
Oggi 07:56 LE FINALISTE DEL PREMIO D’APONTE 2020, UNA VETRINA SULLA NUOVA CANZONE D'AUTRICE
Oggi 07:50 Osservatorio di AutoScout24 sul mercato delle auto usate in Veneto I semestre 2020. In Veneto nel I sem. 2020 cala il mercato delle auto usate, ma in fase post lockdown arrivano i primi segnali di ripresa.
Oggi 07:46 FASE TRE/TECH: INDAGINE SU ALIMENTAZIONE FUORI CASA
Oggi 07:42 IGIENE E PULIZIA: PROSPETTIVE CULTURALI, FILOSOFICHE, SOCIALI, ANTROPOLOGICHE E PROGETTUALI
Oggi 07:38 La provincia di Brescia un Territorio di Vino
Oggi 07:36 Il Ferragosto delle belle mostre in Italia....e Ticino
Oggi 07:28 Vendite da record per Custom Line.
2020-08-08 12:06 Mionetto lancia il nuovo e-shop
2020-08-08 12:04 CRN consegna il Megayacht M/Y 137.
2020-08-08 11:56 PORTALE UNICO PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO, SIRAGUSA (M5S): APPROVATO TESTO RISOLUZIONE
2020-08-08 11:55 Il Consorzio Bonifica di Paestum è il primo Ente Consorzio in Italia ad aderire al sistema pagoPA attraverso la tecnologia offerta dal Gruppo Iccrea e dalla BCC di Capaccio Paestum e Serino.
2020-08-08 11:54 20 AGOSTO 2020, TORNA IL CORTINA SUMMER PARTY: ECCO COSA BOLLE IN PENTOLA
2020-08-08 11:53 Un incontro per decidere il futuro della città sullo Stretto.
2020-08-08 11:51 Tre consigli utili per una gestione consapevole delle risorse idriche, senza rinunciare al piacere dell'acqua
2020-08-08 11:48 “HOLIDAY WORKING” IN UNA CASA AL MARE O IN MONTAGNA: PER CONIUGARE SMART WORKING E VACANZE GLI ITALIANI SPERIMENTANO METODI INNOVATIVI E SI AFFIDANO AL DIGITALE. IL 20% DELLE NOTTI PRENOTATE È ALL’INSEGNA DEL LAVORO DA REMOTO.
2020-08-08 11:46 A H.E.R. IL PREMIO AMNESTY INTERNATIONAL EMERGENTI CON IL BRANO “IL MONDO NON CAMBIA MAI”, CONTRO LE DISCRIMINAZIONI
2020-08-08 11:45 Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina. Vuoi sentire che sapore ha il futuro?
2020-08-08 11:43 II MUNICIPIO. R.MUSSOLINI (CON GIORGIA): VIA ALESSANDRIA CONDANNATA A SUK DA GIUNTA PD
2020-08-08 11:41 MELONI. R.MUSSOLINI (CON GIORGIA): SOLIDARIETA' A LEADER FDI. PD SA RISPONDERE A NOSTRA CRESCITA SOLO CON BODY SHAMING
Ultime notizie a Italia
Oggi 09:46 Contributi a fondo perduto, i decreti del Governo: dai bar alle start-up, ecco scadenze e novità
Oggi 09:46 Notte di San Lorenzo, le istruzioni della Nasa per osservare la pioggia di meteoriti nel cielo di agosto
Oggi 09:46 Il crollo del ghiacciaio alpino è impressionante: la forza della natura immortalata nel video di un escursionista
Oggi 09:46 Elezioni in Bielorussia, l’eterno Lukashenko vince il sesto mandato con l’80% dei voti. Granate antisommossa contro i manifestanti
Oggi 09:46 Bonus ai deputati, Donno (M5s): “Schiaffo agli italiani, restituiscano i soldi e si dimettano. Fate schifo”
Oggi 09:46 Ponte sullo Stretto, Conte: “Serve un miracolo di ingegneria, c’è anche l’ipotesi sottomarina. Valuteremo a tempo debito”
Oggi 09:46 “Permesso, sospeso, bandito” Com’è messo il 5G di Pechino Anti-Huawei. Pochi i governi che usano un bando formale (Stati Uniti e Uk), molti mettono paletti anti-cinesi alle licenze o forzano le aziende a cambiare fornitore: Ericcson e Nokia godono Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Virginia Della Sala | 10 Agosto 2020 Uno dopo l’altro: aumenta di settimana in settimana la lista dei Paesi che voltano, più o meno ufficialmente, le spalle a Huawei per lo sviluppo del 5G. L’azienda cinese è accusata dal presidente Usa Trump di “spionaggio” e di mettere in pericolo con la pervasività delle sue infrastrutture la sicurezza nazionale. La Cina, che finora […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Champions League Solo lontani ricordi, quando a vincere erano i vecchi (giocatori) Articolo Successivo Il futuro “Il Paese se la passa male: Il vantaggio Usa è netto, per questo ora attaccano” Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:46 “A casa i fed!” cosa c’è dietro la “battaglia” di Portland Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Gwenola Ricordeau | 10 Agosto 2020 Portland viene chiamata “City of Roses”, ma ha anche un altro soprannome, quello di “Little Beirut”, che gli fu dato dall’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush, esasperato dalle tante proteste contro di lui che vi si tenevano nei primi anni 90. Portland è nota per la sua lunga tradizione di lotte sindacali e […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Certificati. Strumenti d’investimento spesso rischiosi, meglio comprarli dopo l’emissione Articolo Successivo Danimarca. Il Paese modello che scambia destra e sinistra Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:46 Emergenza Ponte infinita: tesoretto elettorale di Toti Il governatore-commissario incassa la proroga, così potrà rinnovare 316 contratti in scadenza e spendere 13 milioni Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Paolo Frosina | 10 Agosto 2020 “Il governo chiarisca subito il significato della proroga. Se qualcuno pensasse di utilizzare una legge speciale per rinviare le elezioni, o peggio ancora per chiudere in casa gli italiani, questo avrebbe un solo nome: golpe!”. Si indignava così Giovanni Toti, il 12 luglio scorso, all’idea di un prolungamento dello stato di emergenza per il Covid. […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Cinque deputati hanno preso il bonus da 600 euro, Fico: “I partiti facciano pulizia, nuova legge” Articolo Successivo I furbastri del Covid: politici, star tv e ricchi Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:43 Diritti: ma il governo da che parte sta?
Oggi 09:43 Goffredo Bettini, l’uomo che sussurra al Pd
Oggi 09:40 Tg1 L.i.s., notiziario nella lingua italiana dei segni
Oggi 09:40 Usa, Covid non ferma il grande raduno di motociclisti a Sturgis nel Midwest
Oggi 09:40 Sposati da un mese lui tenta di ucciderla durante un litigio
Oggi 09:38 Un grande finale non dà certezze: il futuro di Cutrone tra Fiorentina e Genoa
Oggi 09:38 Fiat 500X 1.3 Mjt: motore, autonomia, prezzo con incentivi
Oggi 09:38 Mancini: "L'Atalanta europea può battere il Psg e arrivare in fondo"
Oggi 09:37 Compagnie aeree, ecco le migliori con cui volare (in tempo di Covid)
Oggi 09:37 Bonus Covid per partite Iva e autonomi chiesto dai cinque «furbetti di Montecitorio»: cos’è e chi poteva fare domanda
Oggi 09:25 “Follia inumana: la Ristorazione muore e il Governo gioca ad illudere persone in grande difficoltà”
Oggi 09:13 Usa, il vicepresidente di Joe Biden sarà una donna con grandi responsabilità
Oggi 09:13 Governo? Sì alle critiche anche se la maggioranza degli italiani non capisce
Oggi 09:13 Bce e Bruxelles vogliono salvare il Sud d'Italia. Rumors
Oggi 09:13 Tsai incontra il ministro della Salute Azar. Taiwan-Usa sempre più vicini
Oggi 09:13 Hong Kong: arrestato l'editore pro-democrazia Jimmy Lai
Oggi 09:13 Messina, morte Viviana Parisi: indagini su 22 minuti di ‘buco’ e tre ipotesi
Oggi 09:13 Camera, ecco chi sono i deputati che hanno preso il bonus Inps
Oggi 09:13 Conte a La Piazza su 71 quotidiani. Dal CorSera a Repubblica fino ai locali
Oggi 09:13 Governo, Conte rinsalda l'unità del governo e 'richiama' i renziani
Oggi 08:43 L'estate folle di Ponza: l'isola covid-free teatro di risse, violenze e morte
Oggi 08:43 Gli sprechi del Nord: la pista di bob mangiasoldi, Olimpiadi senza fine
Oggi 08:43 Hong Kong, arrestato l'editore Jimmi Lai e i due figli: «Infranta nuova legge sulla sicurezza»
Oggi 08:43 “Molte aquile ho visto in volo”. Le storie di chi ha scelto “il cielo come professione” nel libro di Filippo Nassetti sui piloti d’aereo
Oggi 08:43 Gallipoli, discoteca piena e niente distanziamento – Video. Il sindaco: “Non facile controllare con 100mila turisti in paese”
Oggi 08:43 Coronavirus, Conte: “Errori? Ci sono state giornate difficili. Ma abbiamo lavorato sempre con coscienza e responsabilità”
Oggi 08:43 Hong Kong, arrestato il magnate dell’editoria Jimmy Lai: è accusato di aver violato la nuova legge sulla sicurezza
Oggi 08:43 Banda larga, tutto quel che serve sapere su rete unica e guerra Tim all’Enel L’infrastruttura digitale sarà al centro degli investimenti anche Ue del prossimo futuro. Eppure la situazione è bloccata: ora vi spieghiamo perché Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Fiorina Capozzi e Gaia Scacciavillani | 10 Agosto 2020 Cos’hanno in comune una partita finanziaria sulle telecomunicazioni che si trascina da vent’anni e i miliardi di finanziamenti in arrivo da Bruxelles col Recovery Fund? Apparentemente niente, come niente sembrano avere a che fare col futuro di aziende di settori diversi come Mediaset e Rai. Eppure l’apparenza inganna. Le cronache raccontano che nei giorni scorsi […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Il futuro “Il Paese se la passa male: Il vantaggio Usa è netto, per questo ora attaccano” Articolo Successivo Ministri sparsi. Il partito Gubitosi e quello Starace: così finisce male Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 08:43 “Lavoravo in nero 12 ore al giorno e ho chiesto al mio capo di essere regolarizzato: mi ha cacciato”. Il decreto Rilancio e la speranza svanita di Amish
Oggi 08:43 Cinque deputati hanno preso il bonus da 600 euro, Fico: “I partiti facciano pulizia, nuova legge” Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Luca De Carolis | 10 Agosto 2020 La politica ha perso un altro pezzo di credibilità. Ci sono cinque deputati che si sono presi il bonus di 600 euro per le partite Iva flagellate del Covid. E in serata, parlando con il Fatto Quotidiano, il presidente della Camera Roberto Fico non può che scandire: “È una brutta pagina, i cittadini hanno fatto […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente La Testatina Articolo Successivo Emergenza Ponte infinita: tesoretto elettorale di Toti Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 08:37 Hong Kong, arrestato editore pro-democrazia Jimmy Lai
Oggi 08:37 Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di lunedì 10 agosto
Oggi 08:35 Roma con la “tripla W”: ecco lo schema di Friedkin per il nuovo organigramma giallorosso
Oggi 08:35 È corsa a tre per Boga: Napoli, Atalanta e Dortmund
Oggi 08:35 Lewis, Max e Charles: il potere dei fuoriclasse
Oggi 08:35 Lillard irreale: 51 punti. Portland fa fuori Pelicans e Kings. E i Nets intanto...
Oggi 08:35 Il Milan in pressing sul Chelsea per il Bakayoko bis
Oggi 08:35 Pirlo, rinnovamento attraverso gli addii. Matuidi... all’Inter. Ora Higuain-Khedira
Oggi 08:34 Corriere Daily Podcast
Oggi 08:19 I cani molecolari si esercitano in Valtellina
Oggi 08:19 Bergamo, giovani e lavoro: incontri per chi è inattivo
Trova notizie dalla Italia su Facebook