CALCIO: UEFA E PARLAMENTO EUROPEO INSIEME PER L’INCLUSIONE E LA SOLIDARIETÀ

BRUXELLES aise - Il Presidente dell’UEFA, Aleksander Čeferin, e il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, si sono incontrati oggi in videoconferenza e hanno sottolineato l’importanza che il calcio europeo gioca nella ripresa dell'Europa e nel raggiungimento degli obiettivi sociali. I due Presidenti si impegnano a lavorare insieme per promuovere l'inclusione e salvaguardare la solidarietà nel calcio europeo. “Dalla promozione dei valori nell'educazione dei giovani a...
la provenienza: AISE

2020-12-01 19:25
Ultime notizie a AISE
Ieri 20:55 RAI ITALIA: SPORT E MUSICA A “L’ITALIA CON VOI”
Ieri 20:55 RAI ITALIA: SPORT E MUSICA A “L’ITALIA CON VOI”
Ieri 19:52 BIDEN RIPARA AI DANNI DI TRUMP E L’ONU NON VEDE L’ORA DI LAVORARCI - DI ALESSANDRA LOIERO
Ieri 19:52 INAUGURATA PIETRA D’INCIAMPO PER PLACIDO CORTESE: SALVÒ CENTINAIA DI PERSEGUITATI DAL NAZIFASCISMO
Ieri 19:52 L’ABM PIANGE LA SCOMPARSA DI GIANFRANCO PITTAREL: IL “CALZOLAIO DEL PAPA”
Ieri 19:52 FVG E ISRAELE INSIEME PER IL GIORNO DELLA MEMORIA
Ieri 19:52 “MOLTO FORTE, INCREDIBILMENTE LONTANO”: ULTIMI GIORNI PER PARTECIPARE
Ieri 19:52 BIDEN RIPARA AI DANNI DI TRUMP E L’ONU NON VEDE L’ORA DI LAVORARCI - DI ALESSANDRA LOIERO
Ieri 19:52 DIRITTI UMANI E COVID-19: LE PREOCCUPAZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO
Ieri 19:52 BIDEN RIPARA AI DANNI DI TRUMP E L’ONU NON VEDE L’ORA DI LAVORARCI - DI ALESSANDRA LOIERO
Ieri 19:52 INAUGURATA PIETRA D’INCIAMPO PER PLACIDO CORTESE: SALVÒ CENTINAIA DI PERSEGUITATI DAL NAZIFASCISMO
Ieri 19:52 L’ABM PIANGE LA SCOMPARSA DI GIANFRANCO PITTAREL: IL “CALZOLAIO DEL PAPA”
Ieri 19:52 FVG E ISRAELE INSIEME PER IL GIORNO DELLA MEMORIA
Ieri 19:52 “MOLTO FORTE, INCREDIBILMENTE LONTANO”: ULTIMI GIORNI PER PARTECIPARE
Ieri 18:49 “IT@CA 2021 – MADE IN ITALY, BACK TO THE FUTURE” CON IL WEBINAR ORGANIZZATO DAL SISTEMA ITALIA IN ONTARIO
Ieri 18:49 “CULTURA E TURISMO”: AL VIA IL LABORATORIO DELLA FAMIGLIA ABRUZZESE DI ROSARIO
Ieri 18:49 GIORNO DELLA MEMORIA: IL VIDEO “TESTIMONI DEI TESTIMONI” SULLA HOMEPAGE DELL’AGENZIA CONSOLARE D’ITALIA A WOLFSBURG
Ieri 18:49 STORIA D’ARTE: GIORGIO DE CHIRICO DÀ IL VIA AL NUOVO CICLO DI CONFERENZE DELL’IIC DI BRATISLAVA
Ieri 18:49 UNGARO (IV): TRAGEDIA UMANITARIA A 220 KM DAL CONFINE ITALIANO
Ieri 18:49 I FILM DI ROSI E PENNETTA AL FESTIVAL DOCPOINT DI HELSINKI
Ultime notizie a Italia
Oggi 09:37 Intesa Sanpaolo al fianco delle imprese abruzzesi per la ripresa
Oggi 09:37 Governo, Benassi sottosegretario con delega ai Servizi segreti
Oggi 09:37 Covid, la palestra è online per sostenere i personal trainer
Oggi 09:37 Anthony Fauci: “liberatorio” poter parlare di scienza con Joe Biden
Oggi 09:37 Anche in Germania superati i 50mila morti
Oggi 09:28 Finocchi allo zafferano
Oggi 09:28
Oggi 09:13 Savona, arrestato 22enne accusato di terrorismo suprematista: “Propaganda di estrema destra aggravata dal negazionismo”
Oggi 09:13 Coronavirus, Europa allarmata dalle varianti: ipotesi stretta sui viaggi, zone “ad alto rischio” e riconoscimento reciproco dei test
Oggi 09:13 “Noi nascosti in bagno per i nazisti. Togliatti e la Iotti qui in salotto” Marisa Rodano: “Il mio secolo comunista” di Tommaso Rodano | 22 Gennaio 2021 Marisa Rodano ha compiuto 100 anni. Mia nonna è nata lo stesso giorno del Partito comunista italiano, il 21 gennaio 1921. Non può essere un caso. Per me è impossibile trovare la giusta distanza, sciogliere la dimensione privata da quella pubblica. Famiglia e partito; le lunghe tavolate degli adulti in una nube di fumo, i […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente La storia del bambino di Rodi che si rituffa nel mare della vita Articolo Successivo Ma che mu’ maestro – Montale, il suono delle parole Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:13 I dieci senatori più “richiesti” per salvare le commissioni In bilico - Parità alla bilancio, dove sarà approvato il Recovery di Gia. Sal. | 22 Gennaio 2021 Donatella Conzatti, senatrice trentina con un passato da berlusconiana doc e oggi renziana, si aggira per il Senato lamentandosi con colleghi e giornalisti: “Solo oggi mi hanno cercata in tre” allarga le braccia riferendosi agli emissari di Pd e M5S che stanno provando a convincerla per passare nella maggioranza. Stesso turbamento di Eugenio Comincini, astro […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente La vignetta di Natangelo Articolo Successivo La “Pesciarola” Giorgia, donna alfa a destra Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:13 Il recovery degli altri: paesi, piani e progetti Parigi sussidia l’industria, Madrid non usa i prestiti e punta sul lavoro, Atene e Berlino investono poco: i big europei si preparano alla sfida in ordine sparso di Alessandro Bonetti | 22 Gennaio 2021 Economia verde e transizione digitale: queste sono le due priorità di Bruxelles per il Recovery Fund. A esse si devono adeguare i piani nazionali, distribuendo il 37% dei fondi al green e il 20% al digitale. Ma bisogna tenere d’occhio anche la “Strategia di crescita sostenibile” e i progetti bandiera della Commissione, oltre alle raccomandazioni […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente L’esecutivo ha un vantaggio: non esiste una vera alternativa Articolo Successivo Fondi, NgEu può invertire il saldo per l’Italia (-36 mld) Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:04 Le notizie dal mondo
Oggi 09:04 Digital gap, come il Recovery Fund può aiutare le aree grigie dell’Italia
Oggi 09:04 Nasce Ambizione Italia per l’Inclusione e l’Accessibilità: l’intelligenza artificiale a sostegno della diversità
Oggi 09:04 A tu per tu con Lisa Vittozzi:"Il calcio è il mio primo amore. Il Covid? Che brutta botta!"
Oggi 09:04 Luna Rossa, ci siamo: stanotte contro Ineos UK. L'ora della verità
Oggi 09:04 Forte nevicata a Crans Montana: discesa rinviata alle 13.15
Oggi 09:04 Fonseca via? Allegri e Sarri in cima alla lista dei desideri della Roma. Ma...
Oggi 09:04 Juve, da Chiellini a McKennie e Cuadrado: le certezze di Pirlo
Oggi 09:04 Ferocia, equilibrio e gol: l'effetto Conte lancia l'Inter nel sorpasso scudetto
Oggi 09:04 Hrgovic, l'amico pugile di Mandzukic: "È un atleta e un vero guerriero"
Oggi 08:58 Il cappotto sfoggiato da Michelle Obama per l'insediamento di Biden somiglia a quelli di Kidman in “The Undoing”
Oggi 08:58 I vaccini di Biden marciano al ritmo di quelli di Trump
Oggi 08:58 La variante inglese è arrivata a Mantova e Cremona
Oggi 08:58 Arrestato per terrorismo un 22enne di estrema destra
Oggi 08:55 Previsioni del weekend in Lombardia: dopo la pioggia, torna il sole
Oggi 08:55 Joe Biden arredatore d'interni: ecco come il presidente Usa ha rifatto lo Studio Ovale
Oggi 08:55 Covid e risse tra ragazzini organizzate sui social. "Riaprite palestre e scuole"
Oggi 08:55 Covid, le varianti preoccupano la Ue: arrivano le zone rosso scuro / VIDEO
Oggi 08:52 Omicidio di Montecassiano, le ultime telefonate di Rosy
Oggi 08:52 Covid Ascoli, pronto soccorso al collasso: ambulanze bloccate per ore e caos
Oggi 08:52 Covid focolaio a Mercato Saraceno dopo il vaccino, Rsa senza tregua
Oggi 08:52 Ligabue risponde all’appello: "Sono solidale"
Oggi 08:52 Friedman e "Melania la escort di Trump", il male che diventa d'incanto bene
Oggi 08:52 Google, stop in Australia se dovrà pagare contenuti ai media
Oggi 08:52 Millemiglia, Ita punta alla gara. Richiesta all'Ue. Altri asset nel mirino
Oggi 08:52 Montepaschi, rafforzamento in tre tappe. Due bond per non sfidare il mercato
Oggi 08:52 M5s, Di Battista tifa Conte. "Piuttosto che avere Renzi, meglio i Ciampolillo"
Oggi 08:34 Operazione di polizia contro il terrorismo “suprematista”: arrestato un 22enne
Oggi 08:25 Stomaco e intestino: che cosa mangiare per stare bene (e i cibi che rigenerano)
Oggi 08:25
Oggi 08:25
Oggi 08:10 Consob: “Le offerte pubbliche di acquisto? Servono sempre più spesso solo a togliere le aziende dalla Borsa”
Oggi 08:10 Gli Usa rientrano nell’Accordo di Parigi, ma non solo: tutte le sfide e le promesse di Biden per cancellare la politica di Trump sul clima
Oggi 08:10 La mappa dei prezzi dei vaccini: ecco perché Pfizer “molla” l’Ue La ricerca inglese - Tutte le cifre sono segrete, ma gli Stati che hanno speso di più (Usa e Israele) sono i clienti trattati meglio di Stefano Vergine | 22 Gennaio 2021 Il mercato libero del vaccino anti Covid-19 funziona esattamente come tutto il resto. Chi paga di più ha il servizio migliore. L’annuncio a sorpresa del colosso Usa Pfizer di dover ritardare le consegne di quasi un terzo delle dosi pattuite ha colpito praticamente solo l’Europa, con i risultati che si stanno vedendo in questi giorni […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Fondi, NgEu può invertire il saldo per l’Italia (-36 mld) Articolo Successivo Arcuri: “Adesso arriva anche Astrazeneca”. Calo contagi: è -20% Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 08:10 Sami Modiano, una voce contro il virus della Shoah: “Per questo ho vissuto” Da oggi con il Fatto il libro-testimonianza di Marco Lillo | 22 Gennaio 2021 Bisogna andare a Rodi per capire la storia di Sami Modiano, 90 anni, italiano, Cavaliere di Gran Croce per nomina del presidente Mattarella, nato nel 1930 quando l’Isola delle Rose era da sette anni ufficialmente parte della nostra nazione, espulso dalla scuola a 8 anni dagli italiani perché ebreo, deportato il 23 luglio 1944 dai tedeschi. La scelta di ripubblicare una nuova edizione per le edicole di questo bellissimo libro uscito la prima volta nel 2013 per Rizzoli, è figlia di un documentario e di un incontro, proprio a Rodi. Il documentario è quello di Walter Veltroni, che intervistò a lungo Sami per un film trasmesso nel 2018. La visita è quella fatta, dopo aver visto il film, con i miei figli, il 26 agosto 2019, alla Sinagoga di Rodi. Sami e la moglie Selma quel giorno, come ogni mattina, ogni estate da molti anni, attendevano i visitatori. Alcuni arrivano in ciabatte come si va a un qualsiasi museo per trascorrere una mattina fresca prima del bagno. Dopo pochi minuti di racconto nella Sinagoga però cala un silenzio assoluto. Si sente solo la voce di Sami e il rumore di un ventilatore arrugginito. Più Sami parla della sua comunità, della sua infanzia e di quel ragazzino cacciato da scuola e deportato con il padre Giacobbe e la sorella Lucia, che da Auschwitz non sono tornati, più si capisce il titolo del libro Per questo ho vissuto. Ovunque lo si ascolti, che sia nelle scuole, dove migliaia di studenti ogni anno scoprono la Shoah dalla sua voce, che sia ad Auschwitz, dove accompagna le scolaresche o lì nella Sinagoga di Rodi, dove il padre lo tenne per mano 80 anni fa, Sami ha un dono magico: fa rivivere chi è stato meno fortunato di lui. Chiunque abbia ascoltato il suo racconto si deve sentire un privilegiato. Per lui eravamo una famigliola di illustri sconosciuti, eppure quel giorno a Rodi ci ha accolto come fratelli. Alla fine della visita, dopo due ore piene di senso, emozione e commozione, ci ha chiesto: “Dove andate a mangiare ora?”. Così, dopo averci raccontato l’ultima volta che ha visto la sorella a Birkenau, ci ha mostrato la strada per la migliore pizzeria della città. Siamo rimasti a guardarlo, mentre rientrava in Sinagoga, a bocca aperta, come se avessimo avuto un’apparizione. Leggendo la dedica che ci aveva appena fatto sul suo libro (firmata “Samuel Modiano, sopravvissuto a Birkenau e Auschwitz Mai più B7456” e poi l’augurio “Mazal Tov”) ho pensato che bisognava fare qualcosa per trasmettere il suo messaggio. Perché, come ha scritto Massimo Gramellini, quando Sami si è fatto riprendere in tv per ‘sponsorizzare’ il vaccino contro il Covid, è davvero “come se con lui si fosse vaccinato tutto il Novecento”. Il Covid ha cambiato la vita di Modiano. Quel vaccino contro l’antisemitismo, il razzismo e l’ignoranza non può più girare le scuole o salire con i treni della memoria a Birkenau. L’altro virus lo ha costretto a una forzata quarantena insieme all’amata moglie Selma. La scelta di distribuire, con l’avvicinarsi della Giornata della Memoria del 27 gennaio (il giorno del 1945 in cui Sami fu liberato dai russi), in allegato al Fatto Quotidiano in edicola una nuova edizione del libro Per questo ho vissuto, la mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili, in coedizione Paper First-Bur Rizzoli a un prezzo basso (8,90 più il prezzo del nostro giornale), vuol essere il nostro piccolo contributo al vaccino contro quel maledetto virus più resistente del Covid. Rispetto all’edizione originale presente in libreria, quella che troverete in edicola è arricchita da una bellissima prefazione di Enrico Mentana e dalla preziosa postfazione di Umberto Gentiloni, professore di Storia contemporanea alla Sapienza. La nuova copertina (di Lorenzo Sansonetti) rende bene il senso: in primo piano c’è Sami. Alle sue spalle, dietro il filo spinato, la foto dei suoi coetanei che non sono tornati. Nel libro Sami spiega: “Io oggi parlo per loro”. Articolo Precedente I “costruttori” di Biden fanno blocco con i Rep. Articolo Successivo La storia del bambino di Rodi che si rituffa nel mare della vita Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 08:10 La giustizia è un campo minato per il governo: così l’asse Renzi-Salvini mette nel mirino le riforme e i soldi del Recovery
Oggi 08:01 Coronavirus nel mondo. Terzo record assoluto di decessi in Messico: 5326 morti in 72 ore
Oggi 08:01 Russia, fermati dalla polizia la portavoce e alcuni collaboratori di Navalny
Trova notizie dalla Italia su Facebook