Coronavirus, giudice ordina alla casa di cura di eseguire il tampone su un caso sospetto

CASERTA. Ci sono stati altri contagi di soggetti ricoverati o che presentano un collegamento con questi ultimi, quindi prima di dimettere il paziente, la casa di cura dovrà sottoporlo a tampone in quanto "non può escludersi il contagio". È il giudice Giovanna Caso della prima sezione civile del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere a mettere nero su bianco l'ordine, nei confronti di una casa di cura di Castel Morrone, in provincia di Caserta, di eseguire il tampone per accertare...
la provenienza: Roma on line

2020-03-28 11:28
Ultime notizie a Italia
Oggi 09:37 Regionali, Catello Maresca si tira fuori e contesta Saviano
Oggi 09:37 Maresca: io incompatibile con certa politica, non cerco poltrone
Oggi 09:37 De Magistris: il contagio criminale è già realtà
Oggi 09:34 Giornalisti, Mattarella in memoria di Tobagi: "Era un giornalista libero"
Oggi 09:34 Enel aumenta partecipazione in Enel Americas: ha il 62,3% del capitale sociale
Oggi 09:34 Coronavirus, Formigoni difende la sua sanità "affossata" da Maroni
Oggi 09:34 Borse europee in rialzo per piano commissione Ue. Spread giù
Oggi 09:34 Allegri si dà all'ippica, ma debutto è un flop: la sua cavalla finisce ultima
Oggi 09:34 Unioni civili, i nodi di matrimonio e adozioni: quanti campanelli d'allarme
Oggi 09:34 Scuola, tecnologia e digitalizzazione? Il colpo di grazia agli studenti
Oggi 09:34 Coronavirus, allarme dallo scopritore dell'Hiv: "Vaccino? Immunità temporanea"
Oggi 09:34 Twitter, ora rischia la chiusura: Trump pronto a firmare il decreto
Oggi 09:34 Piano Ue, Gentiloni: “Svolta Italia ma intesa non facile con i Paesi del Nord"
Oggi 09:19 Covid, una donna cilena di 111 anni guarisce dopo una doppia quarantena:
Oggi 09:19 Roma, uccise il padre, niente processo per Deborah: «È stata legittima difesa, lui era violento»
Oggi 09:19 Baiano, seminuda a piedi scalzirn tenta di farsi investire in autostrada
Oggi 09:19 La tela della Raggi con i vertici per il bis. Crimi gela gli onorevoli: no al terzo mandato
Oggi 09:19 Il voto sul caso Open Arms, Salvini: «Posso farcela anche in Aula»
Oggi 09:19 Divisori per distanziare gli utenti: ecco le nuove regole per bus e ncc
Oggi 09:16 Calabria, “22 gare d’appalto truccate”: 63 arresti e 103 milioni di euro sequestrati
Oggi 09:16 Coronavirus, in Usa oltre 100mila vittime: è la pandemia più letale della storia americana. Brasile: mille decessi in 24 ore
Oggi 09:16 Coronavirus, Colao: “A giorni al governo il risultato del nostro lavoro. Venti obiettivi e un centinaio di proposte per far ripartire il Paese”
Oggi 09:16 Repubblica vs. Corriere: il primo derby del lecca-lecca ai proprietari finisce 3 a 1 Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di To. Ro. | 28 Maggio 2020 Trattiamola come una partita di pallone, un derby delle marchette. La situazione dei due maggiori quotidiani italiani è nota: il Corriere della Sera è il giornale di Urbano Cairo, Repubblica quello della Fiat e della famiglia Elkann-Agnelli. Editori impuri, si diceva una volta: nella fattispecie i proprietari non fanno proprio nulla per mascherare i loro […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Cassazione: stop ad altre “misure” pro Contrada Articolo Successivo Scuola, scorta alla ministra. Ok all’accordo sui concorsi Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:16 Quella chat su Woodcock tra Palamara e Pignatone Al Csm si parla dell’inchiesta Consip trasferita a Roma, e dei pm napoletani “sotto esame”. L’allora consigliere informa subito il procuratore capo Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Antonio Massari | 28 Maggio 2020 Il 24 luglio 2017 al Csm c’è una doppia audizione particolarmente delicata. E in Prima commissione c’è Luca Palamara. Il procedimento in corso riguarda il pm anglo napoletano Henry John Woodcock e l’inchiesta – da lui avviata prima del trasferimento per competenza a Roma – che ha fatto tremare il governo, guidato in quel momento […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Scuola, scorta alla ministra. Ok all’accordo sui concorsi Articolo Successivo Il vertice Bonafede: “La riforma del Csm non è punitiva” Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:16 Appaltone con scusa Covid. Si muove l’Anticorruzione Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Davide Milosa | 28 Maggio 2020 Guai in vista per il Comune di Milano e per il sindaco Beppe Sala. Il 27 aprile negli uffici dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) è arrivato un dossier che segnala criticità su un appalto da 39.466.275 milioni per un anno. Il fascicolo è in mano anche al Comitato per la legalità e la trasparenza del Comune […] Per continuare a leggere questo articolo Abbonati a Il Fatto Quotidiano Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi oppure rn Sei già abbonato? Continua a leggere Articolo Precedente Il vertice Bonafede: “La riforma del Csm non è punitiva” Articolo Successivo Alzano, Fontana e Gallera dai pm Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 09:16 Usa, Minneapolis in rivolta dopo afroamericano ucciso dalla polizia: un morto nella seconda notte di scontri
Oggi 09:10 Gentiloni: "Piano europeo è svolta storica, ora stati approvino"
Oggi 09:10 Walter Tobagi, un cronista scomodo
Oggi 09:10 Immunità da Covid19, perché Gallo ha torto
Oggi 09:10 Canada, prosegue il processo per l’estradizione in Usa di Lady Huawei
Oggi 09:10 Scorsese, un corto per la quarantena
Oggi 09:10 Coronavirus, una donna indiana mangia solo una volta al giorno per prendersi cura dei suoi 13 cani
Oggi 09:10 Le vittime del Covid negli Usa? Più di quelle delle guerre di Vietnam e Corea sommate
Oggi 09:10 Caso Lautaro, l’Inter e il pressing del Barcellona: “Ha tre anni di contratto e non vogliamo cederlo. Via solo per 111 milioni”
Oggi 09:10 Calcio, la partita finale per la ripresa: alle 18,30 il vertice Governo-Figc-Lega. Serie A in campo il 13 o 20 giugno
Oggi 09:10 Minneapolis, nuove proteste per l’afroamericano ucciso dalla polizia
Oggi 09:10 Trump dopo lo scontro con Twitter prepara la stretta sui social network
Oggi 09:10 Tetaro Regio, indagine per corruzione: perquisizioni in corso
Oggi 09:10 Analisi socio-demografica: acquirenti e venditori
Oggi 09:07 Boccia Paralimpica, la c.t. Zoli pensa in grande: "Il nostro movimento crescerà"
Oggi 09:07 Nel 1976 dicevano: "È un vecchietto". Ma il sogno di Gimondi prese forma a Lago Laceno
Oggi 09:07 Il Mondiale resta in bilico: la Svizzera decide il 24 giugno
Oggi 09:07 Siakam da Eto’o a Kawhi: “Sì, i sogni si possono realizzare”
Oggi 09:07 Zappacosta accelera: deve riprendersi la Roma
Oggi 09:07 Zenga e il Cagliari senza frontiere: carisma e tattica da poliglotta
Oggi 09:07 La sfida di Codogno passa dal baseball: “Ma il Virus ti segna. Giocare? Anche no...”
Oggi 09:07 I piani del Diavolo: non solo lo stadio. Gazidis cerca la prima pietra
Oggi 09:07 Juve-Arthur, è dura però... Il Barcellona va in pressione
Oggi 09:07 Brasile, oltre 20mila nuovi casi nelle ultime 24 ore. Usa: più di 100mila morti nel Paese
Oggi 09:07 Serie A: oggi la data della ripartenza. Formula 1, il budget scende a 140 milioni
Trova notizie dalla Italia su Facebook