La Pagella: come si può rifiutare Haaland a 4 milioni? Juve e Roma da 3

Il crack Erling Braut Haaland è stato proposto a diversi club italiani due anni fa, tra cui soprattutto Juve e Roma ma anche Inter e Napoli: gli osservatori non si sono emozionati per il centravanti classe 2000, che ai tempi militava in patria, nel Molde. Il norvegese poi è andato al Salisburgo, in Austria, dove in un anno è diventato un fenomeno assoluto,...
la provenienza: Calcio Mercato

2020-02-21 23:07
Ultime notizie a Calcio Mercato
Oggi 19:52 Roma, il piano per tenere Mkhitaryan
Oggi 19:52 Benevento, Caldirola: 'Spero di restare. Marcare Ronaldo? Se si avvicina si fa male...'
Oggi 19:52 Juventus, ipotesi El Shaarawy
Oggi 19:52 Inter, Lukaku: 'Per fermare il calcio è necessario che sia positivo il giocatore della Juve. Non è normale tutto ciò'
Oggi 18:49 Bayern, quella volta in cui Rangnick stava per rubarti un top
Oggi 18:49 Milan-Inter, 9 anni fa il derby scudetto: Pato realizzò un gol storico
Oggi 18:49 Coronavirus, dati Lombardia ancora in calo: 1292 nuovi contagi, 367 morti
Oggi 18:49 Dalla Spagna: Raiola offre De Ligt al Real Madrid
Oggi 18:49 Fiorentina, Igor: 'Giocare a calcio è la mia vita, spero di tornare presto in campo'
Oggi 18:49 Inter, niente riscatto per Sanchez. E complica i piani del Man United
Oggi 18:49 Shevchenko: 'Il Milan è nel mio cuore, Milano è casa mia. I tifosi rossoneri sono speciali'
Oggi 18:49 Atletico Madrid, UFFICIALE: taglio del 70% degli stipendi ai calciatori, che salvano il lavoro a 430 dipendenti
Oggi 18:49 Juve, le tre vie per arrivare a Icardi
Oggi 18:49 Milanmania, il bilancio del mercato: Bennacer futuro top d'Europa, Theo rimandato. Leao un altro Andrè Silva?
Oggi 18:49 Tommasi: 'La riduzione degli stipendi dei calciatori non è la priorità'
Oggi 17:46 Boga-Napoli, c'è la replica dell'agente: 'Le parole di Giuntoli fanno piacere, però...'
Oggi 17:46 Torino, offerta della Fiorentina per Belotti
Oggi 17:46 Retroscena Juve, tentativo per Verratti: la risposta del Psg
Oggi 17:46 Calciomercato, Napoli sul giovanissimo Ricci dell'Empoli? C'è la verità del presidente Corsi!
Oggi 17:46 Roma, Cetin: 'Non abbiamo fatto tamponi'
Ultime notizie a Italia
Oggi 20:07 Toyota e Byd: joint venture per nuove auto elettriche
Oggi 20:07 Sondaggio, balzo della fiducia in Conte. E' testa a testa Salvini-Meloni
Oggi 20:07 Coronavirus, esperti: "La colazione parte migliore. Ecco come organizzarla"
Oggi 20:07 Ambiente: nel 2050 oceani puliti, ma servono misure urgenti
Oggi 20:07 Selvaggia Lucarelli: “Fai rumore” (altro che Diodato)
Oggi 20:07 UniCredit, 2 poli di back-office nel Sud. 5.200 prepensionamenti in 4 anni
Oggi 20:07 Coronavirus, da Casini sì alla patrimoniale. "Che più ha, più deve dare..."
Oggi 20:07 Coronavirus. 10 milioni di disoccupati in America nelle ultime due settimane.
Oggi 20:07 Mes ultra-light, verso il compromesso. Eurobond: spunta la proposta francese
Oggi 20:07 Ue, Borghi: "Sogno il ritorno della Cee. Via euro e Trattato di Maastricht"
Oggi 20:07 Btp, in estate possibile tsunami. In arrivo i giudizi sul rating sovrano
Oggi 20:04 Coronavirus a Napoli, gli ideatori raccontano il successo del «panaro solidale»: «Mettiamone uno in ogni quartiere»
Oggi 20:01 Tirrenia, accordo tra Cin e i commissari: ripartono le navi. Ma all’armatore Onorato saranno sequestrati altri beni aziendali
Oggi 20:01 Coronavirus, Boccia risponde a Fontana su La7: “Non ho voglia e tempo di fare polemiche. Lo Stato fa di tutto, soprattutto per la Lombardia”
Oggi 20:01 Coronavirus, Von der Leyen annuncia il fondo anti-disoccupazione: “Necessario salvaguardare i lavoratori”
Oggi 20:01 Coronavirus e test del sangue: non serve per ritornare fuori Svelerebbe chi è immune, ma l’effetto potrebbe durare non oltre 30 giorni. E il pericolo è una nuova ondata Oggi in Edicola - iscriviti alla newsletter e ricevi ogni mattina le principali notizie. ISCRIVITI di Davide Milosa | 2 Aprile 2020 4 Sul campo della battaglia anti-Covid arriva la diagnostica sierologica. Tradotto: un’analisi del sangue per andare a caccia degli anticorpi che hanno sconfitto il virus. La presenza o meno di questi dati potrà essere un lasciapassare di immunità da dare in mano a determinate categorie per tornare a lavorare. Speciale Coronavirus - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI A dar fuoco alle polveri è la Regione Veneto che ha già varato un progetto in questo senso, acquistando 700 mila kit rapidi da testare prima di tutto sugli operatori sanitari. Una scelta che, a quanto risulta al Fatto, viene concretamente valutata da giorni anche sui tavoli della Regione Lombardia. Qui la prossima settimana si riunirà una commissione per decidere come procedere. Ma non è tutto così semplice come appare. Il primo dato cruciale è capire quanto dura l’anticorpo. “Questo – spiega la professoressa Maria Rita Gismondo del Sacco di Milano – sarebbe un buon metodo per capire chi è immune. Le esperienze sugli altri quattro coronavirus ci dicono che gli anticorpi durano non oltre i 30 giorni”. E questo è un problema perché non sapendo la durata degli anticorpi si rischia di rimandare al lavoro persone che dopo poche settimane non sono più immuni. Il che pone un rischio rispetto alle politiche di riapertura delle attività economiche: una seconda ondata del virus che si sta già verificando in Corea del Sud e a Hong Kong. Dall’analisi del sangue noi possiamo trovare due tipi di anticorpi collegati tra loro: gli IgM (immunoglobina M) che vengono sviluppati nella fase acuta della malattia e gli IgG che arrivano dopo con un picco a tre settimane dalla malattia. Sono gli IgG che, nella logica della diagnostica sierologica, ci permettono di dire che una persona è immune. La dottoressa Gismondo, oltre a partecipare al tavolo regionale per i kit rapidi, da settimane lavora sul sangue anche di pazienti non Covid che a dicembre hanno avuto polmoniti strane. L’obiettivo è individuare gli anticorpi e studiarli in una prospettiva farmaceutica e poi vaccinale. “Sulla comparsa degli anticorpi – prosegue Gismondo – la loro presenza dipende dalle singole sintomatologie dei pazienti”. Il mantra resta lo stesso: di questo virus sappiamo poco. “E quindi – prosegue la professoressa – anche i kit che ci vengono proposti sono basati sui casi recentissimi di Wuhan”. Che, al massimo, tornano indietro di due mesi, tempo troppo breve per capire con certezza la durata dell’anticorpo. Sono oltre 200 i kit proposti. “Non tutti sono validi – spiega Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano – e questo può costituire un rischio nei risultati. Di certo la strada è giusta”. Quale kit usano in Veneto? A quanto risulta al Fatto si tratta di uno dei migliori e affidabili sul mercato. L’ultima parola a livello mondiale spetta però all’Oms che in queste ore sta scrivendo una lista non delle aziende che producono kit, ma delle caratteristiche diagnostiche essenziali. La vera incognita resta sempre la durata dell’anticorpo. I recenti esperimenti sulle scimmie, infettate, guarite e subito esposte al virus, parlano di un’immunità di circa due mesi. Sempre comunque poco in una situazione dove allo stato manca un vaccino o una terapia certa. “A oggi – spiega Remuzzi – la cosa più sicura è che di questo virus sappiamo ancora pochissimo e poco sappiamo di quanto dura un anticorpo”. Sappiamo, però, quali sono i target da analizzare: non certo i sintomatici che di per sé sviluppano gli anticorpi, né i paucisintomatici, visto che a oggi (passato il periodo dell’influenza stagionale) anche un singolo sintomo è con buona certezza riconducibile al Covid. I target sono gli asintomatici che hanno avuto contatti con infetti. Per questo le categorie che prima di altre devono essere testate sono gli operatori sanitari, ma anche i cassieri o gli autisti dei mezzi pubblici. Oggi, poi, i kit danno una risposta solo qualitativa. “Dicono cioè – spiega la dottoressa Ariela Benigni, coordinatrice delle ricerche al Mario Negri di Bergamo – se gli anticorpi ci sono o meno, non ci dicono in quale quantità sono presenti”. Particolare di non poco conto per prevedere la durata dell’immunità. “Quelli attuali – prosegue la scienziata – al passaggio del sangue mostrano una banda a seconda che trovino anticorpi IgM o IgG”. Gli IgG mostrano una immunità più lunga e restano nella memoria di alcune cellule del sangue che, stimolate anche a distanza di tempo, possono tornare a produrre anticorpi. Questo succederebbe quasi certamente con un vaccino, ma anche con Sars-Cov2 se però si ripresentasse identico, cosa improbabile visto che i virus a Rna, come tutti i coronavirus, sono soggetti a mutamenti costanti e sempre imprevedibili. Articolo Precedente L’Istat: a Bergamo +294% e a Brescia +110% decessi Articolo Successivo “Pochi tamponi e risultati in ritardo per noi medici” Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 20:01 Sono le Venti, la nuova puntata del programma di Peter Gomez sul Nove: segui la diretta
Oggi 20:01 Coronavirus in Francia, non solo eroi: infermieri e medici cacciati dai vicini Reazioni - Personale sanitario denuncia minacce dal circondario che teme di essere contaminato e si munisce di scorta. Il premier Philippe: “Messaggi scandalosi” Oggi in Edicola - iscriviti alla newsletter e ricevi ogni mattina le principali notizie. ISCRIVITI di Luana De Micco | 2 Aprile 2020 3 “Se un contagio si conferma nel palazzo, la riterremo responsabile”: è il messaggio che Mira, giovane infermiera di Dourdan, nella regione di Parigi, ha trovato sul parabrezza della sua auto, parcheggiata davanti a casa. Era firmato con un vago “i vicini”. La vicenda di Mira, in prima linea anche lei nella lotta al Covid-19, la riporta Le Parisien, ma il suo non è un caso unico. L’agenzia France Presse racconta di Lucille, infermiera di Vulaines-sur-Seine, un altro comune alle porte di Parigi: in una lettera anonima trovata tra la posta le veniva intimato di “andare a vivere altrove”. Nice-Matin ha pubblicato invece la lettera arrivata a Sophie, che lavora all’ospedale di Antibes, sud della Francia: “Come infermiera è più esposta al contagio per cui la preghiamo di parcheggiare l’auto più lontano”. Speciale Coronavirus - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI In Francia non c’è solo chi, per ringraziare gli infermieri e i medici, applaude al balcone di casa tutte le sere alle 20. C’è anche chi li insulta e li minaccia. E spesso sono proprio i vicini di casa che temono il contagio. Si tratta di “messaggi scandalosi”, ha denunciato il premier Edouard Philippe. In alcuni casi la violenze non si limitano alle parole. A Tolosa, Marsiglia, Parigi, le loro auto sono state forzate per rubare gel e mascherine lasciati in vista. C’è chi non osa più uscire col camice bianco per paura di essere aggredito. L’ospedale Lariboisière, in un quartiere popolare del nord di Parigi, ha dovuto assumere delle guardie per scortare il personale medico fino alla loro auto o alla stazione del metrò. Proprio nella regione di Parigi, una delle più colpite insieme al Grand Est, la regione di Strasburgo, la situazione si è fatta critica nelle ultime ore. “Con 2.700 pazienti ricoverati in rianimazione, siamo al limite delle nostre capacità”, ha detto ieri a France-Info il direttore dell’agenzia regionale della Sanità, Aurélien Rousseau. Un centinaio di pazienti deve essere trasferito entro oggi verso gli ospedali del nord-ovest e del centro dove ci sono ancora letti liberi. Due treni tgv trasformati in ospedali sono già partiti ieri dalla Gare d’Austerlitz verso la Bretagna. Si sta anche studiando la possibilità di fornire dei respiratori ai pazienti meno gravi che possono restare a casa ed essere seguiti a distanza. La Francia conta 56.989 contagi (4.861 in 24 ore), con più di 6.000 malati in rianimazione, e 4.032 morti (509 in 24 ore). Articolo Precedente Corsi di sepoltura: Siria allo stremo Articolo Successivo Oro nero invenduto. Con gli sceicchi trema pure il Medio Oriente Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione
Oggi 20:01 Migranti. La Corte Ue condanna Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca: “Rifiutando i ricollocamenti hanno violato obblighi europei”
Oggi 20:01 Coronavirus, 14 Paesi (tra cui l’Italia) sull’Ungheria: “Preoccupati per democrazia”. Parlamento Ue a commissione: “Dica cosa intende fare”
Oggi 19:58 Coronavirus, oltre 50mila morti nel mondo
Oggi 19:58 Clima. L'inverno 2019-2020 è stato il più caldo di sempre in Europa
Oggi 19:58 La corona del SarsCov2, i peluche alla finestra e gli animali in città. Le foto dal fronte Covid-19
Oggi 19:52 Coronavirus: Netflix e Ifc a sostegno di chi lavora in cinema e tv
Oggi 19:52 Roma, il piano per tenere Mkhitaryan
Oggi 19:52 Benevento, Caldirola: 'Spero di restare. Marcare Ronaldo? Se si avvicina si fa male...'
Oggi 19:52 Juventus, ipotesi El Shaarawy
Oggi 19:52 Inter, Lukaku: 'Per fermare il calcio è necessario che sia positivo il giocatore della Juve. Non è normale tutto ciò'
Oggi 19:52 Tre giocatori dell'Espanyol guariti, in Belgio titolo al Bruges. Ascolta le notizie del giorno
Oggi 19:52 Lippi: "Riguardo le mie finali, tra gioie e rimpianti. Grosso quinto rigorista a Berlino perché..."
Oggi 19:31 Emergenza Coronavirus, Merqurio in campo per raccolta alimentare
Oggi 19:31 Coronavirus, Ercolano: pubblicato avviso per i buoni spesa
Oggi 19:31 Coronavirus, quasi 14mila morti in Italia
Oggi 19:31 Coronavirus: 760 morti da ieri, totale Italia 13.915 - Protezione civile
Oggi 19:28 Superare la quarantena con i figli, i consigli di Daniele Novara
Oggi 19:28 Coronavirus, Protezione Civile: +2.477 positivi, +760 morti
Oggi 19:28 Speciale militari russi in Italia, perchè sono qui e cosa fanno
Oggi 19:28 CDP, nuove misure straordinarie per l’emergenza Coronavirus
Oggi 19:28 Coronavirus, Inail avvia reclutamento 200 medici e 100 infermieri
Oggi 19:28 Assicurazioni, Ivass: per Gefion divieto di fare nuovi contratti
Oggi 19:28 Bankitalia, Perrazzelli: con crisi Covid-19 il digitale accelera
Oggi 19:28 Molinari intervista Molinari: “Divertitevi sempre con passione”
Oggi 19:28 Coronavirus, i numeri principali della Lombardia di oggi
Oggi 19:28 Coronavirus, il bilancio della protezione civile (calano i contagiati)
Oggi 19:28 LA SCIENZA ITALIANA CONTRO IL CORONAVIRUS: UNA BATTAGLIA CHE VINCEREMO – DI CHIARA D'ALESSIO
Oggi 19:28 USCITO IL NUMERO DI MARZO DE “LA NOTIZIA DI GINEVRA”
Oggi 19:28 CORONAVIRUS/ 83.049 CONTAGIATI/ 1.431 GUARITI E 760 MORTI IN PIÙ
Oggi 19:28 FRANCOFORTE: ATTIVO ONLINE E TELEFONICAMENTE IL CONSOLATO
Oggi 19:28 CORONAVIRUS/ SAMENGO (UNICEF): IL DIRITTO A LEGGERE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DEL LIBRO PER BAMBINI
Oggi 19:28 LA SCIENZA ITALIANA CONTRO IL CORONAVIRUS: UNA BATTAGLIA CHE VINCEREMO – DI CHIARA D'ALESSIO
Trova notizie dalla Italia su Facebook