Le Ultime Notizie Italia

Borsa Milano piatta, realizzi su Atlantia, spunti su Tim, balza Safilo

MILANO, 16 luglio (Reuters) - Piazza Affari tiene le posizioni nel pomeriggio e si muove in territorio moderatamente positivo, facendo anche meglio rispetto agli altri mercati europei, nonostante l’avvio debole di Wall Street e in particolare dell’indice tecnologico Nasdaq. ...

Oggi 18:43 open_in_new
Borsa Usa in calo, timori coronavirus offuscano ottimismo dati retail

(Reuters) - L’azionario Usa si muove in territorio negativo con l’S&P 500 che ritraccia dai massimi di cinque settimane, con i timori per le ricadute economiche di un altro round di misure di contenimento negli Stati Uniti che relegano in secondo piano i dati positivi sulle vendite ...

Oggi 18:43 open_in_new
Zona euro ha ancora bisogno di politica monetaria espansiva - Lagarde

FRANCOFORTE (Reuters) - Rivendica l’orientamento ultraespansivo di politica monetaria intrapreso ormai da tempo la Banca centrale europea, che al momento prevede di utilizzare interamente le risorse stanziate per far fronte alle pesanti ricadute economiche della pandemia. ...

Oggi 18:43 open_in_new
Luciano Benetton smentisce dichiarazioni riportate da stampa

MILANO (Reuters) - Luciano Benetton smentisce le dichiarazioni riportate oggi da un quotidiano.

“In riferimento alle parole riportate da alcuni organi di stampa, si rende noto che Luciano Benetton non ha rilasciato dichiarazioni a giornalisti e le frasi riportate non rappresentano ...

Oggi 18:43 open_in_new
Ministero Trasporti chiede ad Aspi nuovo piano economico entro 23 luglio

MILANO (Reuters) - Il ministero dei Trasporti ha chiesto ad Autostrade per l’Italia di presentare un nuovo piano economico-finanziario, che recepisca gli elementi contenuti nella proposta transattiva di due giorni fa, entro il 23 luglio.

E’ quanto si legge in una nota, dove ...

Oggi 18:43 open_in_new
Pechino Express, ipotesi addio alla Rai. «Sky pronta a produrre la prossima edizione»

Pechino Express lascia Rai 2 per passare a Sky? Questa l'indiscrezione lanciata da Davide Maggio attraverso il suo blog. La Rai, infatti, non avrebbe intenzione di produrre il docu-reality nella prossima stagione a causa dell'emergenza coronavirus. Ma la casa di produzione di Pechino ...

Oggi 18:37 open_in_new
Ponte Genova, collaudo tra domenica e lunedì: la procedura durerà circa 6 giorni

​Ponte Genova, ci siamo: il collaudo è previsto tra domenica e lunedì. È alle battute finali la costruzione del nuovo ponte di Genova. Tra domenica e lunedì partiranno le operazioni per il collaudo statico e dureranno circa 6 giorni, spiega la struttura ...

Oggi 18:37 open_in_new
Lavoro, allarme sociale per il Sud. Nel 2020 spariscono quasi 400mila posti di lavoro
Nel Mezzogiorno la discesa del Pil sarà meno marcata che nel resto del paese ma le ricadute sociali della crisi più devastanti. Le famiglie reggono grazie anche ai 21 miliardi di sostegni pubblici. Ripresa lenta nel 2021. ...
Oggi 18:34 open_in_new
‘Ndrangheta, boss Papalia fa causa al comune di Buccinasco per l’uso del cortile nella casa confiscata. Il sindaco: “Altra sfida allo Stato”
Il primo cittadino Rino Pruiti ha ricevuto lunedì l'atto di citazione da parte di colui che è considerato uno dei più importanti capi della criminalità organizzata al Nord: dopo i 26 anni di carcere, da tempo rivendica l'uso dell'area comune della villa di via Nearco, dove vive con la moglie, ma che per metà gli è stata confiscata. "Non se ne farebbero nulla di questi 4 metri quadrati di cortile cementato, evidentemente il loro scopo è un altro: continuare la sfida allo Stato invece di chiedere scusa e di pentirsi" ...
Oggi 18:34 open_in_new
Usa, bambina di tre settimane rischia di soffocare: il poliziotto la salva all’ultimo minuto

L’intervento, all’ultimo minuto, e il salvataggio. Una bambina di tre settimane stava soffocando, dopo aver ingerito il latte materno, quando un poliziotto del Michigan del dipartimento di Sterling Heights, Cameron Maciejewski, si è precipitato sul posto a sirene spiegate dopo aver ...

Oggi 18:34 open_in_new
Alex Zanardi, i medici di Siena: “Avviata una progressiva riduzione della sedazione. Quadro neurologico resta grave”
La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliera universitaria ha spiegato che ora "saranno necessari alcuni giorni per ulteriori valutazioni sul paziente da parte dall’équipe multidisciplinare". Intanto è iniziata la perizia sull'handbike che il campione paralimpico guidava lo scorso 19 giugno mentre percorreva la strada provinciale 146 nel comune di Pienza ...
Oggi 18:34 open_in_new
La lettera del giudice Esposito: Berlusconi, Franco e la verità sulle due sentenze Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella. ISCRIVITI di Antonio Esposito | 16 Luglio 2020 Egr. direttore, la violenta campagna di stampa nei miei confronti finalizzata a delegittimare la decisione della Corte di Cassazione dell’1/8/2013 che confermava la condanna di Berlusconi Silvio per il reato di frode fiscale – oltre a far riferimento alle false affermazioni rese da Amedeo Franco nell’anomalo e inquietante incontro del giudice con l’imputato che egli aveva concorso a condannare – utilizza strumentalmente due decisioni: la sentenza della III sezione penale della Cassazione n° 52752/14 (estensore Amedeo Franco); e la sentenza del giudice monocratico civile del Tribunale di Milano n° 868/2020. Con riferimento alla prima decisione si è affermato, in vari articoli di stampa, che essa aveva “smentito” il verdetto della sezione feriale dell’1/8/2013; che costituiva “un attacco frontale al collega Esposito e alla sua decisione … fu il vero atto di dissenso del giudice Franco contro il teorema Esposito”; ed, ancora: “Quando gli toccò di occuparsi di un caso praticamente identico, Franco demolì con dovizia di argomenti la sentenza che aveva condannato Berlusconi”.rn Viene, però, dimenticato “un piccolo” particolare: il Franco fu sconfessato dall’ufficio del Primo Presidente che in un comunicato stampa – dopo aver ritenuto “palesemente superflue espressioni rispetto al tema della decisione” – ritenne che diverse erano le due fattispecie. I casi erano, invero, totalmente diversi: la sentenza redatta dal Franco riguardava il caso di un amministratore di una società che predispone, con documentazione fittizia, una dichiarazione dei redditi che poi, per qualsiasi causa, non firma e viene firmata dal nuovo amministratore e si ritiene che il primo non commetta reato. La fattispecie del processo “diritti Mediaset” riguardava, invece, la creazione in concorso di un sistema di “frodi carosello” realizzato attraverso società cartiere, fittizie, riconducibili ad un unico soggetto. Ed, in proposito, il comunicato-stampa dell’ufficio del Primo Presidente rileva che nel processo Berlusconi “la sezione feriale spende numerose pagine per illustrare i contributi determinanti in vista del risultato di una dichiarazione fraudolenta”. Sarebbe bastato, infatti, leggere la sentenza dell’1/08/2013 per apprendere anche che la decisione si basò proprio sui precedenti specifici, costanti della 3° sezione (quella di Franco) tutti riportati in motivazione per ben quattro pagine (pagg. 174 – 178) tra cui quelle fondamentali n. 39176/08, ric. Agrama (un filone dello stesso processo di Mediaset) e n. 19247/’12, P.M. contro Desiasi, richiamata anche dai giudici di I e II grado che si uniformarono a tale decisione che aveva ben definito il “meccanismo tipico delle c.d. ‘frodi carosello’”. Quindi, la Sezione feriale, nel processo Berlusconi – dopo aver richiamato numerose altre decisioni della terza Sez. Penale e dopo aver precisato “che nel caso di specie, l’unitario disegno realizzato, attraverso la creazione di società cartiere, fittizie, tutte riconducibili al medesimo autore, l’enorme lievitamento dei costi, la sostanziale assenza di autonomia decisionale di IMS nella vicenda che si esamina danno conto dell’identità dei profili fondanti della responsabilità che si concentrano sul finale risultato dell’evasione tributaria rilevante, appunto, ai sensi dell’art. 2 d. Igs. n. 74/2000” – ha così concluso sul punto : “Alla stregua di tali considerazioni, del tutto corretta, sia in punto di fatto che di diritto, la conclusione cui pervengono i Giudici del merito, secondo i quali il contributo causale materiale o morale degli imputati di frode fiscale ex art. 110 cod. pen. si desume dagli elementi che provano un loro coinvolgimento diretto e consapevole alla creazione del meccanismo fraudolento sopra delineato, meccanismo che consentiva all’autore di avvalersi di documentazione fiscale fittizia (pag. 179)”. Ora, Franco, nella sentenza della terza sezione penale n° 52752/’14, afferma: “in sostanza, la Corte di Appello (di Trento) appare aver adottato un’interpretazione (analoga a quella poi seguita dalla sez. fer. 1/8/2013 n° 35729 Agrama ed altri, RV 256579, in relazione all’art. 2 d. lgs. 10/3/2000 n° 74)….”. Orbene – ed è questo il punto – non solo i casi erano totalmente diversi, ma non vi era alcuna necessità per il Franco di richiamare, nell’esaminare la sentenza della Corte di Appello di Trento del 23/5/2013, la decisione della Cassazione feriale (quella dell’1/8/2013) che, al momento della sentenza della Corte di Appello, non esisteva e che, quando fu successivamente emessa (1/8/2013), non riguardò assolutamente la fattispecie dei due amministratori (oggetto della sentenza della Corte di Appello di Trento del 23/5/2013, esaminata dal Franco), ma riguardò la diversa fattispecie delle “frodi carosello” in ordine alla quale la sezione feriale applicò i principi sempre enunciati dalla III sezione che era stata ripetutamente chiamata a decidere in ordine a tale meccanismo fraudolento. (e Franco lo sapeva). b) Quanto alla sentenza del Tribunale di Milano che, a dire di alcuni organi di stampa, avrebbe “raso al suolo” la sentenza della sezione feriale della Cassazione del 2013 – a parte che risulta molto difficile che una sentenza civile di I grado di un giudice monocratico possa “radere al suolo” una sentenza penale della Suprema Corte confermativa di due sentenze di merito – si osserva che anche qui c’è un “piccolo” particolare che è stato volutamente omesso. La sentenza in questione non riguarda nella maniera più assoluta fatti e sentenze del processo “Diritti Mediaset”, oggetto della decisione della sentenza della sezione feriale del 1° agosto 2013, bensì riguarda fatti e sentenze di altro e diverso processo denominato “Diritti Mediatrade” di cui si sono occupate le seguenti sentenze (appunto ricordate nella decisione del giudice civile del Tribunale di Milano): 1) sentenza Tribunale di Milano n° 8181/’14 che ha mandato assolti Berlusconi Silvio, Confalonieri Fedele dal reato di frode fiscale perché il fatto non costituiva reato (anche se ex art. 531 c.p.p.); 2) sentenza Corte di Appello di Milano del 17/3/2016 che ha condannato il Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri per il reato di frode fiscale relativo all’anno 2007 dichiarando prescritto il medesimo reato per l’annualità fiscale 2006. 3) sentenza Corte di Cassazione n° 1673/2017 che ha annullato senza rinvio tale decisione perché “il fatto non costituiva reato” e, quindi, per mancanza dell’elemento psicologico del reato, confermando così sostanzialmente la decisione del Tribunale. Rileva la Corte di Cassazione che “il Tribunale aveva accertato che il sistema di super valutazione dei diritti di trasmissione in danno delle società emittenti, già utilizzato da oltre un decennio, fosse proseguito, seppur con progressiva diminuzione negli anni 2000/2005; ha ritenuto tuttavia che non vi fosse la prova che tale sistema, certamente fonte di arricchimento personale per coloro che avevano indebitamente fatta propria la maggiorazione dei prezzi, fosse stato escogitato di concerto con i vertici Mediaset per evadere il fisco o che comunque di esso Berlusconi e Confalonieri fossero a conoscenza ed avessero consapevolmente beneficiato di tali falsità nella dichiarazione consolidata per evadere l’imposta di gruppo” (pag. 44, sent. Cass. 1673/’17). In sostanza, la Corte di Cassazione rileva che il Tribunale aveva tenuto conto dei mutamenti verificatisi proprio a partire dal 1999 ed in seguito alla quotazione in borsa di Mediaset, che avevano interessato in generale il mercato dell’acquisto dei diritti e le strutture societarie del gruppo. In particolare, la Corte di Cassazione rileva, ancora, che erano state valorizzate, tra l’altro, dal Tribunale: “la sostituzione con Mediatrade con la società maltese IMS, controllata da Mediaset e svolgente un ruolo di mero transito, con la conseguente cessazione della operatività dell’ufficio di riferimento in Lugano già gestito da Carlo Bernasconi” – (la società fittizia IMS era stata oggetto di lunga trattazione nella sentenza “Diritti Mediaset” del 1° agosto 2013) – e, soprattutto, “il conseguente cambiamento dei rapporti con i fornitori, ivi compresi quelli ‘storici’ e quindi anche con Agrama al quale venne imposto – provocandone la vibrate rimostranze – un nuovo schema operativo che prevedeva l’eliminazione della intermediazione delle sue società offshore” (pag. 45 sent. Cass. 1673/’17). Questi sono i “fatti, (e le sentenze), posti a fondamento della decisione nel procedimento penale c.d. Mediatrade”, (così testualmente), che il giudice civile esamina da pag. 16 in poi dopo aver indicato il periodo temporale dei fatti dal 1999 al 2005 e dopo aver elencato (da pag. 11 a 15) “i capi di imputazione del processo penale RG 13797/2011 deciso dal Tribunale di Milano con sentenza n° 8181/’14 (d’ora in poi c.d. sentenza Mediatrade)”. Non risponde, quindi, al vero l’affermazione che il giudice civile abbia esaminato i fatti e le sentenze del processo c.d. “Diritti Mediaset” (che ha riguardato il meccanismo fraudolento fino al 1998), e non ha, quindi, né “demolita”, né “spazzata via” la sentenza della Corte feriale di Cassazione dell’1/8/2013, in nessun modo interessata dalle argomentazioni del giudice civile che – ed è questa l’ultima notazione – non ha definito la causa con una statuizione di merito bensì “dichiarando la prescrizione delle azioni delle attrici” (e, cioè, RTI s.p.a. e Mediaset s.p.a. c. Agrama ed altri. Articolo Precedente “Riccardino sono!” “Ma come minchia si fa ad essiri squillanti alle cinco del matino?” Articolo Successivo Lettera da Parigi: Macron scopre le mascherine obbligatorie, tra gaffe e Gilet Gialli Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

Egr. direttore,

la violenta campagna di stampa nei miei confronti finalizzata a delegittimare la decisione della Corte di Cassazione dell’1/8/2013 che confermava la condanna di Berlusconi Silvio per il reato di frode fiscale – oltre a far riferimento alle false affermazioni rese da ...

Oggi 18:34 open_in_new
Coronavirus – Uk, Usa e Canada accusano: “Hacker russi attaccano gruppi di ricerca per rubare informazioni sul vaccino”. Mosca nega
Le intelligence dei tre Paesi hanno individuato i responsabili nel gruppo noto come APT29, coinvolto anche nelle intrusioni durante la campagna elettorale americana per le elezioni del 2016. Il Cremlino respinge le accuse ...
Oggi 18:34 open_in_new
Borse europee contrastate, Milano positiva

Condividi di Paolo Gila 16 luglio 2020Seduta contrastata per le borse europee. La decisione della BCE di lasciare invariati i tassi non ha avuto conseguenze sui listini, già deboli in mattinata. Londra ha perso lo 0,67%, Parigi lo 0,46% e Francoforte lo 0,43%. Debole anche Wall ...

Oggi 18:28 open_in_new
Ricerca scientifica, il futuro dell'Italia

Ricerca scientifica, il futuro dell'Italia Siamo appena al 28esimo posto tra i Paesi più sviluppati dell’OCSE per stanziamenti a favore della Ricerca scientifica, eppure è proprio su questo terreno che un Paese si gioca il ruolo internazionale e il benessere anche economico dei suoi ...

Oggi 18:28 open_in_new
Il super boss della ‘ndrangheta fa causa al sindaco di Buccinasco

Una causa civile al Comune di Buccinasco e al suo sindaco, Rino Pruiti, per l’uso del cortile di una palazzina. Il querelante non è un anonimo cittadino del comune alle porte di Milano ma Rocco Papalia, noto per essere considerato uno dei più importanti capi della ‘ndrangheta ...

Oggi 18:28 open_in_new
Antitrust: ok con condizioni alla fusione Intesa Sanpaolo-Ubi

TORINO. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha autorizzato con condizioni l'acquisizione del controllo di Ubi Banca da parte di Intesa Sanpaolo. Lo comunica l’Antitrust in una nota, spiegando che di aver imposto a Intesa Sanpaolo «alcune misure di carattere ...

Oggi 18:28 open_in_new
Pelicans, che guaio: Zion fuori dalla bolla. “Problema familiare urgente”

Zion Williamson è stato costretto a lasciare Disney World. I Pelicans hanno annunciato che il 20enne è stato costretto a lasciare il campus per “un urgente problema medico familiare”, con l’intenzione di tornare appena possibile. “Supportiamo la decisione di Zion ...

Oggi 18:27 open_in_new
Saipem, l’equipaggio della nave «posatubi» salva un cucciolo di foca nel Mare del Nord

Saipem, con un post su Instagram, informa che «durante il fine settimana, l’equipaggio del Castoro 6, una nave posatubi semisommergibile dell’azienda che operante nel Mare del Nord, ha soccorso un esemplare di foca. Il personale ha accolto a bordo un nuovo ‘membro’: ...

Oggi 18:26 open_in_new
Crac PopBari, troppi avvocati in aula: udienza rinviata per assembramento

Troppi avvocati. In rappresentanza di ancor più azionisti. Così tanti che la prima udienza del processo a Marco e Gianluca Jacobini — ex presidente ed ex condirettore della Banca popolare di Bari, accusati di falso in bilancio e ostacolo alla vigilanza — è stata rinviata,... ...

Oggi 18:26 open_in_new
Ferno, travolta dal cancello in ferro dell'oratorio: grave 40enne

Ferno (Varese), 16 luglio 2020 - Una donna di 40 anni è rimasta gravemente ferita dopo essere stata travolta da un pesante cancello di ferro di un oratorio a Ferno , oggi intorno all'ora di pranzo.

A quanto emerso, mentre un educatore della struttura e alcuni bambini stavano giocando, ...

Oggi 18:10 open_in_new